Nuove funzionalità nell'anteprima di Android Studio

In questa pagina sono elencate le nuove funzionalità introdotte nelle release di anteprima di Android Studio. Le build di anteprima forniscono l'accesso in anteprima alle funzionalità e ai miglioramenti più recenti in Android Studio. Puoi scaricare queste versioni in anteprima qui. Se riscontri problemi nell'utilizzo di una versione di anteprima di Android Studio, contattaci. Le segnalazioni di bug ci aiutano a migliorare Android Studio.

Per le ultime novità sulle release di anteprima di Android Studio, incluso un elenco di correzioni importanti in ogni release di anteprima, leggi la sezione Aggiornamenti delle release nel blog di Android Studio.

Versioni correnti di Android Studio

Nella tabella che segue sono elencate le versioni correnti di Android Studio e i rispettivi canali.

Versione Canale
Android Studio Koala | 2024.1.1 Stabile
Plug-in Android per Gradle 8.5.0 Stabile
Rilascio di funzionalità Koala per Android Studio | 2024.1.2 Beta
Android Studio Ladybug | 2024.2.1 Canary

Compatibilità con le anteprime dei plug-in Android Gradle

Ogni versione di anteprima di Android Studio viene pubblicata insieme a una versione corrispondente del plug-in Android Gradle (AGP). Le versioni di anteprima di Studio dovrebbero funzionare con qualsiasi versione stabile compatibile di AGP. Tuttavia, se utilizzi una versione di anteprima di AGP, devi utilizzare la versione di anteprima corrispondente di Studio (ad esempio, Chipmunk Canary 7 di Android Studio con AGP 7.2.0-alpha07). I tentativi di utilizzare versioni diverse (ad esempio, Chipmunk Beta 1 di Android Studio con AGP 7.2.0-alpha07) causeranno un errore di sincronizzazione, con la conseguente richiesta di aggiornamento alla versione corrispondente di AGP.

Per un log dettagliato dei ritiri e delle rimozioni dell'API del plug-in Android Gradle, consulta gli aggiornamenti dell'API del plug-in Android Gradle.

Rilascio di funzionalità Koala per Android Studio | 2024.1.2

Oltre agli aggiornamenti della piattaforma Intelligence 2024.1, di seguito sono riportate nuove funzionalità del rilascio di funzionalità Koala per Android Studio | 2024.1.2. Per sapere cosa è stato risolto in questa versione di Android Studio, consulta i problemi chiusi.

Streaming dispositivi Android: più dispositivi e registrazione migliorata

Streaming di dispositivi Android ora include i seguenti dispositivi, oltre alla gamma di oltre 20 modelli già disponibili:

  • Samsung Galaxy Fold5
  • Samsung Galaxy S23 Ultra
  • Google Pixel 8a

Inoltre, se non hai mai utilizzato Firebase, Android Studio crea e configura automaticamente un progetto Firebase senza costi per te quando accedi al rilascio di funzionalità Koala per utilizzare lo streaming di dispositivi. In questo modo, puoi trasmettere in streaming il dispositivo che ti serve molto più velocemente. Scopri di più sulle quote di streaming di dispositivi Android, inclusa la quota promozionale per i progetti del piano Firebase Blaze disponibili per un periodo di tempo limitato.

Rilevamento della velocità del cavo USB

Android Studio ora rileva quando è possibile collegare il tuo dispositivo Android con un cavo USB più veloce e ti suggerisce un upgrade che massimizza le funzionalità del tuo dispositivo. L'utilizzo di un cavo USB appropriato consente di ottimizzare i tempi di installazione delle app e ridurre al minimo la latenza quando si utilizzano strumenti come il debugger di Android Studio.

L'intera catena USB che porta a un dispositivo è verificata. Se viene visualizzata una notifica "Avviso velocità di connessione", controlla la certificazione della versione dei cavi, ma anche degli eventuali hub, incluso l'hub del monitor, coinvolti nella catena USB.

Il rilevamento della velocità del cavo USB è disponibile con:

  • Dispositivi con livello API 30 (Android 11) o versioni successive.
  • Workstation con macOS o Linux. Il supporto Windows sarà disponibile a breve.
  • L'ultima versione degli strumenti SDK Platform.

Le informazioni fornite da Android Studio sono simili a quelle che puoi ottenere utilizzando uno dei seguenti strumenti, a seconda del sistema operativo:

  • Mac: esecuzione di system_profiler SPUSBDataType dal terminale
  • Linux: esecuzione di lsusb -vvv dal terminale

Flusso di accesso ai servizi Google aggiornato

Ora è più facile accedere a più servizi Google con un unico passaggio di autenticazione. Che tu voglia utilizzare Gemini in Android Studio, Firebase per lo streaming di dispositivi Android, i report Google Play per Android vitals o tutti questi utili servizi, il nuovo flusso di accesso semplifica la configurazione. Se sei un nuovo utente di Firebase e vuoi utilizzare lo streaming di dispositivi Android, Android Studio crea automaticamente un progetto per te, così puoi iniziare rapidamente a trasmettere in streaming un dispositivo Firebase fisico. Con la definizione granulare dell'ambito delle autorizzazioni, potrai sempre controllare quali servizi hanno accesso al tuo account. Per iniziare, fai clic sull'avatar del profilo e accedi con il tuo account sviluppatore.

Scorciatoie per le impostazioni dell'UI del dispositivo

Per aiutarti a creare ed eseguire il debug della tua UI, abbiamo introdotto le scorciatoie per le impostazioni dell'interfaccia utente dei dispositivi nella finestra dello strumento Dispositivi in esecuzione di Android Studio. Utilizza le scorciatoie per visualizzare l'effetto delle impostazioni comuni dell'interfaccia utente, come tema scuro, dimensioni carattere, dimensioni dello schermo, lingua dell'app e TalkBack. Puoi utilizzare le scorciatoie con emulatori, dispositivi fisici con mirroring e dispositivi trasmessi in streaming da Firebase Test Lab.

Tieni presente che le impostazioni di accessibilità, come TalkBack e Seleziona per ascoltare, vengono visualizzate solo se sono già installate sul dispositivo. Se non vedi queste opzioni, scarica l'app Accessibilità di Android dal Play Store.

Le scorciatoie per le impostazioni dell'interfaccia utente dei dispositivi sono disponibili per i dispositivi con livello API 33 o superiore.

Scorciatoie per le impostazioni dell'UI del dispositivo in esecuzione nella finestra del dispositivo
Scorciatoie per le impostazioni dell'UI del dispositivo in esecuzione nella finestra del dispositivo

Profiler più veloce e migliorato con un approccio incentrato sulle attività

Abbiamo migliorato le prestazioni di Android Studio Profiler in modo che le attività di profilazione più diffuse, come l'acquisizione di una traccia di sistema con app profilate ora, si avviino fino al 60% più velocemente.

La riprogettazione incentrata sulle attività di Profiler semplifica anche l'avvio dell'attività che ti interessa, che si tratti di profilare la CPU, la memoria o l'utilizzo di energia dell'app. Ad esempio, puoi avviare un'attività di traccia del sistema per profilare e migliorare il tempo di avvio dell'app direttamente dalla UI non appena apri Profiler.

Riquadro di anteprima dei riquadri di Wear OS

I nomi dei gruppi nel riquadro di anteprima corrispondono al nome del gruppo specificato nell'annotazione di anteprima
Riquadro di anteprima dei riquadri in Android Studio.

Se includi diverse dipendenze nella versione 1.4 della libreria Jetpack Tiles, puoi visualizzare snapshot dei riquadri dell'app Wear OS. Questo riquadro di anteprima è particolarmente utile se l'aspetto del riquadro cambia in risposta a condizioni, come contenuti diversi a seconda delle dimensioni di visualizzazione del dispositivo o se un evento sportivo raggiunge l'intervallo.

Crea anteprime del widget Riepilogo

Il rilascio di funzionalità Koala di Android Studio semplifica l'anteprima dei widget Jetpack Compose Glance direttamente all'interno dell'IDE. Individua potenziali problemi dell'interfaccia utente e ottimizza l'aspetto del tuo widget nelle prime fasi del processo di sviluppo. Per iniziare, segui questi passaggi:

  1. Aggiungi le dipendenze.
    1. Aggiungi le dipendenze al catalogo delle versioni:
          [versions]
          androidx-glance-preview = "1.1.0-rc01"
      
          [libraries]
          androidx-glance-preview = {
            group = "androidx.glance",
            name = "glance-preview",
            version.ref = "androidx-glance-preview" }
          androidx-glance-appwidget-preview = {
            group = "androidx.glance",
            name = "glance-appwidget-preview",
            version.ref = "androidx-glance-preview" }
          
    2. Aggiungi le dipendenze al file build.gradle.kts a livello di app:
          debugImplementation(libs.androidx.glance.preview)
          debugImplementation(libs.androidx.glance.appwidget.preview)
          
  2. Importa le dipendenze nel file in cui è presente la UI di Glance:
        import androidx.glance.preview.ExperimentalGlancePreviewApi
        import androidx.glance.preview.Preview
        
  3. Crea un'anteprima del widget Riepilogo:
      @Composable
      fun MyGlanceContent() {
        GlanceTheme {
          Scaffold(
            backgroundColor = GlanceTheme.colors.widgetBackground,
            titleBar = { … },
          ) {
              …
          }
        }
      }
    
      @OptIn(ExperimentalGlancePreviewApi::class)
      @Preview(widthDp = 172, heightDp = 244)
      @Composable
      fun MyGlancePreview() {
        MyGlanceContent()
      }
      

Modifica in tempo reale per Scrittura attivata per impostazione predefinita e nuova scorciatoia

La funzionalità Modifica in tempo reale è ora attivata in modalità manuale per impostazione predefinita. Ha una maggiore stabilità e un rilevamento delle modifiche più efficace, che include il supporto per le istruzioni di importazione.

Tieni presente che, a partire dalla versione beta 1 del rilascio di funzionalità Koala di Android Studio, la scorciatoia predefinita per inviare le modifiche in modalità manuale è stata aggiornata a Comando+'. Puoi comunque personalizzarla nella pagina delle impostazioni Mappa dei tasti.

Supporto di Kotlin per gli impianti di test nel plug-in Android per Gradle

A partire dal plug-in Android per Gradle 8.5.0-beta01, puoi usare Kotlin nelle origini testFixtures. In precedenza, le origini testFixtures supportavano solo Java.

Per utilizzare questa funzione, procedi nel seguente modo.

  1. Assicurati di utilizzare Kotlin versione 1.9.20 o successiva.
  2. Aggiungi android.experimental.enableTestFixturesKotlinSupport=true al tuo file gradle.properties.
  3. Aggiungi una dipendenza esplicita dalla libreria standard Kotlin nel file build.gradle.kts o build.gradle del tuo modulo:

    dependencies {
        testFixturesImplementation("org.jetbrains.kotlin:kotlin-stdlib:1.9.20")
    }
    

Limitazioni note: non è ancora disponibile il supporto KAPT o KSP per le apparecchiature di test.

Android Studio Ladybug | 2024.2.1

Di seguito sono riportate le nuove funzionalità di Android Studio Ladybug | 2024.2.1. Per sapere cosa è stato risolto in questa versione di Android Studio, consulta i problemi chiusi.

Suggerimenti per il codice con Gemini in Android Studio

Ora puoi fornire prompt personalizzati per Gemini in Android Studio per generare suggerimenti di codice:

  1. Abilita Gemini facendo clic su Visualizza > Finestre strumenti > Gemini.
  2. Per visualizzare il campo del prompt, fai clic con il tasto destro del mouse nell'editor di codice e seleziona Gemini > Trasforma il codice selezionato dal menu contestuale.
  3. Chiedi a Gemini di generare un suggerimento di codice che aggiunge nuovo codice o trasforma il codice selezionato. Chiedi a Gemini di semplificare il codice complesso riscrivendolo, di eseguire trasformazioni molto specifiche del codice, come "rendi idiomatico questo codice" o di generare nuove funzioni che descrivi. Android Studio ti mostra quindi il suggerimento di codice di Gemini sotto forma di differenza di codice, così puoi leggere e accettare solo i suggerimenti che vuoi.

Analizzare i report sugli arresti anomali con Gemini in Android Studio

Utilizza Gemini in Android Studio per analizzare i report sugli arresti anomali di Approfondimenti sulla qualità dell'app, generare approfondimenti, fornire un riepilogo degli arresti anomali e, se possibile, consigliare i passaggi successivi, inclusi codice campione e link alla documentazione pertinente.

Genera tutte queste informazioni facendo clic su Mostra approfondimenti nella finestra dello strumento Approfondimenti sulla qualità dell'app in Android Studio dopo aver attivato Gemini da Visualizza > Finestre strumenti > Gemini.

Mostra insight di Gemini dalla finestra dello strumento App Quality Insights

Integrazione di Google Play SDK Index

L'integrazione di Google Play SDK Index di Android Studio ora include avvisi della console SDK di Google Play. In questo modo avrai una visione completa di eventuali problemi relativi alla versione o alle norme nelle dipendenze prima di inviare la tua app a Google Play Console.

Per farti risparmiare tempo, Android Studio ora mostra anche le note degli autori dell'SDK direttamente nell'editor.

Funzionalità e valori dei sensori fittizi

Android Studio ora include un nuovo riquadro dei sensori che consente di simulare un dispositivo con o meno specifiche funzionalità dei sensori, ad esempio un sensore del battito cardiaco, e di impostare valori di test specifici per questi sensori. Usa questo riquadro per verificare in che modo l'app gestisce dispositivi con funzionalità dei sensori diverse. Questo riquadro è utile per testare le app per la salute e l'attività fisica, in particolare sui dispositivi Wear OS.

Il pulsante si trova al centro della riga del riquadro
Il riquadro Wear Health Services, disponibile nell'emulatore.

Per aprire e utilizzare il riquadro:

  1. Crea o apri un dispositivo virtuale Android ed esegui l'app sull'emulatore.
  2. Nel riquadro dell'emulatore, seleziona Wear Health Services. Apri il riquadro Wear Health Services Si apre il riquadro Wear Health Services che mostra un elenco dei sensori disponibili su diversi dispositivi basati su Android.

Dopo l'apertura del riquadro, puoi:

  • Attiva/disattiva Funzionalità standard, Tutte le funzionalità (impostazione predefinita) o Personalizzata. Seleziona Applica per inviare l'elenco attuale delle funzionalità al dispositivo emulato e seleziona Reimposta per ripristinare l'elenco delle funzionalità ai valori di attivazione/disattivazione predefiniti.
  • Attiva eventi utente diversi dopo aver selezionato il pulsante del menu a discesa Eventi di attivazione. Da qui, puoi attivare la pausa/ripresa automatici delle attività di fitness, Attivare eventi di sonno dall'utente e Attiva tiri di golf su un campo da golf o da minigolf.
  • Sostituisci i valori dei sensori dopo aver avviato un allenamento in un'app installata nell'emulatore. Dopo aver inserito nuovi valori per diverse metriche di allenamento, seleziona Applica per sincronizzare questi valori con l'emulatore. Questo è utile per testare in che modo la tua app gestisce diverse condizioni di allenamento e tendenze di fitness degli utenti.

Crea strumento di test screenshot di anteprima

Utilizza lo strumento di test dello screenshot di anteprima di Compose per testare le UI di Compose e per evitare regressioni. Il nuovo strumento consente di generare report HTML che ti consentono di rilevare visivamente tutte le modifiche all'interfaccia utente della tua app. Per saperne di più, consulta Componi il test dello screenshot di anteprima.